La Storia

HOSTARIA DEL CASTELLO

l'intuizione che cambiò la vita di un paese!

 

(da “GRADARA, solo ieri, ma così lontana” L. Moretti 2007-ed BCC Gradara)

“Il primo grande evento che fece capire che la società stava profondamente cambiando avvenne a metà degli anni Cinquanta. Lungo la Riviera Adriatica impazzavano i locali notturni, balere, dancing e night.... Delio Bischi, il veterinario del paese, con la lungimiranza che lo distingueva, acquistò un terreno scosceso fuori dell'abitato castellano, con il preciso intento di realizzarvi un night. Il luogo, fino a quel momento, fungeva da discarica pubblica e per poterci vedere lo sviluppo di un locale notturno, bisognava avere una bella fantasia.

Una bellissima immaginazione l'ebbe l'architetto Arnaldo Tausani, di Riccione, incaricato dal Bischi di progettare il luogo di ritrovo: ideò un locale unico nel suo genere che venne definito il più bel dancing della riviera.

L'HOSTARIA DEL CASTELLO (così fu chiamato) venne inaugurato nell'estate del 1957.

Da quel momento, per i castellani, il susseguirsi delle stagioni non fu più dettato dalle variazioni climatiche, ma dalla musica: tutte le notti estive la musica dell'Hostaria cullava il sonno dei gradaresi fino a tardi... Nelle serate in cui non si sentiva suonare, il paese era vuoto, ogni sera più vuoto, le vie solitarie con le porte dei negozi e dei bar chiuse. Eravamo già nel buio dell'inverno, in attesa della prossima estate e della musica dell'Hostaria del Castello.

Hostaria che nel frattempo era diventata meta del jet set che frequentava la Riviera Adriatica: non c'era personaggio famoso, sia mondano sia dello spettacolo, che non facesse una visita al locale.

Questi personaggi, la musica, gli spettacoli d'attrazione che si svolgevano nel night richiamavano i gradaresi che si appostavano nel soprastante uliveto per vederli e ascoltarli...” 2017 – l'Hostaria del Castello compie 60 anni, 60 anni di ininterrotta attività, 60 anni di storie, di vite e di emozioni vissute.

C'era una volta.....e c'è ancora!

 

image

Ampio, fresco,

immerso in un panorama da sogno, per ballare sotto le stelle in estate.

image

Rinnovato recentemente,

ora può soddisfare più di 500 persone in inverno e più di 850 nel periodo estivo.

image

Caldo, accogliente

ed anche romantico per serate in allegria durante l'inverno.